[1] Vai direttamente ai contenuti
Conservazione dei beni storico-scientificiSegnala la pagina ad un amicoStampa la pagina

Le collezioni tecnico-scientifiche, come quelle dell'Università di Sassari, sono caratterizzate da un'ampia varietà di oggetti o esemplari costituiti da materiali sia organici di origine animale e vegetale (osso, cuoio, vimini, carta, tessuto), sia inorganici (pietra, metallo, vetro, ceramica). E' frequente che materiali di tipo diverso, organico e inorganico, siano presenti anche in associazione nello stesso oggetto.

Per la conservazione di queste collezioni sono necessarie condizioni ambientali specifiche, sottoposte a un monitoraggio periodico. I valori di temperatura e di umidità relativa, influenzati dall'esposizione a fonti di luce, devono essere mantenuti stabili, evitando improvvise e ripetute variazioni.

Il deterioramento a cui sono soggetti i materiali organici in condizioni ambientali non idonee e in assenza di manutenzione regolare si manifesta con la presenza di animali infestanti, polverizzazione superficiale, deformazione, indebolimento della struttura, che porta al distacco e alla perdita di parti significative. Nei materiali inorganici si possono rilevare alterazioni sia chimiche sia fisiche, che determinano modifiche nel colore, nella consistenza superficiale, perfino nella struttura degli oggetti.

Oltre ai materiali costitutivi pongono problemi di conservazione anche i congegni e i meccanismi: il mantenimento in efficienza delle parti meccaniche, ove possibile, risulta indispensabile per la preservazione di strumenti e apparecchi.

L'esposizione e il deposito delle collezioni devono essere progettati e attuati secondo criteri adeguati per la conservazione a medio/lungo termine. Dopo aver stabilito condizioni ambientali appropriate è opportuno valutare la scelta di vetrine, con un microclima controllato all'interno, espositori e contenitori per lo stoccaggio, realizzati a seconda delle esigenze in forme differenti e materiali compatibili.

Funzionali agli obiettivi della conservazione sono le attività di inventario, documentazione e studio delle collezioni, che contribuiscono alla conoscenza in quanto condizione primaria per la salvaguardia di questo patrimonio culturale.

Converte la pagina in PDFConverte la pagina in RTFConverte la pagina in TXTConverte la pagina in XML
Esporta in:
Feed RSS. Tasto destro per copiare il collegamento sul FeedReader Informazioni sul sito | Accessibilità | Open source | RSS e UMTS | Note legali | PrivacyValid XHTML 1.0 StrictCSS Valido!Level AA WAI WCAGLogo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.
Università degli Studi di Sassari - Piazza Università 21, Sassari
P.I. 00196350904 - IBAN IT96F0101517201000000013500
Tel./Fax: +39 079 228211/8816 - Orientamento: 800 882994
PEC: protocollo@pec.uniss.it

Licenza Creative Commons
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto
Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0
.